DEEP WATER – INFERNO SULL’OCEANO: LA RECENSIONE

La piattaforma trivellatrice galleggiante Deepwater Horizon, situata al largo della costa della Lousiana, fu protagonista nel 2010 di uno dei più gravi disastri ecologici della storia: a causa di una devastante esplosione, centoventisei lavoratori si trovarono nel mezzo di un inferno di fuoco che uccise undici di loro e portò a un enorme sversamento di greggio nell’oceano Atlantico. Il regista Peter Berg focalizza la sua attenzione sul lato umano della vicenda, raccontandoci delle persone che affrontarono il disastro, indagandone le cause e fornendo una ricostruzione che non si preoccupa di apparire spettacolare, pur raggiungendo nei fatti anche questo risultato, e lascia sullo sfondo la consapevolezza delle pesanti conseguenze ambientali di quanto narrato.

CONTINUA