JACK REACHER – PUNTO DI NON RITORNO: LA RECENSIONE

Christopher McQuarrie cede il timone a Edward Zwick per il secondo capitolo della saga di Jack Reacher, impavido giustiziere solitario portato
sul grande schermo da Tom Cruise, anche nelle vesti di produttore. Questa volta il buon Jack si trova coinvolto nel tentativo di salvare Susan Turner (Cobie Smulders), maggiore dell’esercito, arrestata con una falsa accusa di spionaggio che cela una cospirazione ad ampio spettro. Gli avversari non si faranno scrupoli a utilizzare contro di lui ogni arma possibile; anche minacciare l’incolumità di una ragazza, che potrebbe essere la figlia dello stesso Reacher (Danika Yarosh).

CONTINUA

Recensione di Jack Reacher – La prova decisiva

jack reacher

La lunga sequenza iniziale introduce alla metodica preparazione di un cecchino prima dell’uccisione di cinque persone. A dispetto dell’abilità dimostrata, il killer lascia una scena del crimine ricca di indizi: rintracciarlo e arrestarlo non rappresenta quindi una difficoltà per la polizia. Il sospetto, James Barr, non cede all’interrogatorio e, prima di subire un violento pestaggio che lo manda in coma, si limita a scrivere “trovate Jack Reacher” sul foglio datogli dal procuratore (Richard Jenkins) per firmare la propria confessione.

CONTINUA