EGON SCHIELE: LA RECENSIONE

Ispirato al romanzo Tod und Mädchen: Egon Schiele und die Frauen di Hilde BergerEgon Schiele è sceneggiato dalla stessa Berger insieme al regista Dieter Berner. Il pittore è una delle figure cardine dell’espressionismo austriaco: provocatorio, scioccante; per l’epoca in cui visse, la sua concezione artistica era estrema, al limite dell’inaccettabile.

Il film ci presenta Schiele (Noah Saavedra) come un giovane affascinante, dotato di una grande capacità di seduzione, attratto dalle donne e dal corpo femminile, senza il minimo freno inibitore, neanche per quanto riguarda l’età dei soggetti ritratti.

CONTINUA

LOVING VINCENT: LA RECENSIONE

Loving Vincent è l’appassionato omaggio che Dorota Kobiela e Hugh Welchman hanno diretto, coinvolgendo 125 artisti in un progetto originale e poetico: ogni fotogramma del film è stato infatti dipinto a mano per donare alla pellicola uno stile coerente con quello di Van Gogh. Il risultato è uno straordinario quadro in movimento che merita di essere visto su grande schermo.

CONTINUA