Recensione di Visions

visions

Un’idea potenzialmente interessante e degli effetti speciali sopra la media delle produzioni italiane sono i punti a favore del thriller affidato a Luigi Cecinelli, che purtroppo non rimane all’altezza delle aspettative che suscita. Ispirato in maniera evidente alla serie di Saw, a Spiderdi Cronenberg – dal quale trae il nome per il killer protagonista – e ricco di rimandi a tutto il filone dei thriller psicologici venati di elementi horror, Visions affronta la caccia al serial killer ricorrendo all’espediente dei poteri paranormali.

http://www.silenzio-in-sala.com/recensione-visions.html