Recensione di The way back

the_way_back

Nel 1939 Janusz (Jim Sturgess), un tenente dell’esercito polacco, è accusato di spionaggio e condannato a 25 anni di lavori forzati presso un gulag siberiano, dopo aver visto la propria moglie costretta ad accusarlo. La vita in Siberia è estrema, le condizioni in cui è costretto a sopravvivere tali da rendere impossibile sperare di giungere alla fine della pena. Per questo, assieme ad altri sei carcerati di varia nazionalità, organizza l’evasione dal gulag. È il 1941, assieme ai suoi compagni Janusz si avventura in una disperata fuga, che li porta a percorrere migliaia di chilometri, attraversando la Siberia fino al confine con la Mongolia e oltre, attraverso il deserto del Gobi, fino ad arrivare in India nel 1942, dopo aver affrontato fame, gelo, malattie e la morte di diversi compagni.

CONTINUA