IL GRANDE GIGANTE GENTILE: LA RECENSIONE

La piccola Sophie, dopo aver visto il GGG vagare per le strade di Londra, viene da questi rapita e portata nella Terra dei Giganti. L’iniziale diffidenza della ragazzina, intimorita dalla mole del suo rapitore e da un’apparenza arcigna, verrà ben presto vinta dalla gentilezza che il colosso le dimostra, accompagnata da un modo di parlare decisamente troppo buffo per risultare spaventoso. Il rapporto fra il gigante e la bambina attira le attenzioni degli altri giganti, grossi, tonti, cattivi e soprattutto…mangiauomini. Ma il GGG, oltre che per l’indole, si differenzia dai suoi simili anche per un’altra caratteristica: è infatti avvezzo a frequentare la Terra dei Sogni per catturarne di belli e di brutti e utilizzarli come elementi alchemici per realizzare nuove storie nelle menti di chi dorme.

CONTINUA