STAR TREK – BEYOND: LA RECENSIONE

Per il terzo film del nuovo corso intrapreso da Star Trek sotto la guida di J.J. Abrams, si cambia regia, affidata a Justin Lin, e sceneggiatori (inserendo fra questi Simon Pegg) ma non gli ingredienti che hanno regalato il successo ai precedenti episodi. Anche in Star Trek Beyond, infatti, l’equipaggio dell’Enterprise affronta peregrinazioni che lo porteranno questa volta su un pianeta nascosto in una nebulosa quasi impenetrabile, sul quale una minaccia gravissima per la Federazione dei Pianeti sta
per essere scatenata. Il ritmo serrato è la cosa che più resta in testa di questo film, che illude con un avvio relativamente lento e discorsivo, per poi lanciarsi in una cavalcata con ben pochi attimi di respiro.

CONTINUA