THE OLD MAN & THE GUN: LA RECENSIONE

Quando un mito del cinema annuncia la chiusura della propria carriera, l’ultima pellicola che interpreta dovrebbe avere la capacità di farci viaggiare nel tempo e di ripercorrere l’evoluzione professionale dell’attore che, in teoria, non vedremo più sul grande schermo. The Old Man & The Gun, di David Lowery, per l’occasione regista e sceneggiatore, riesce nell’intento di celebrare il suo protagonista, componendo una pellicola elegante e pacata, che sa raccontare un’epoca e un modo di vivere.

CONTINUA

Recensione di 47 Ronin

47 Ronin

47ronin

Ormai nota anche alla cultura occidentale, la figura del ronin, il samurai senza padrone, esercita un fascino universale, rientrando pienamente in un ideale di eroe romantico che non conosce confini geografici. Allo stesso tempo però, il ronin è una figura che si integra in un contesto – quello del bushido e più in generale della cultura giapponese – che non è pienamente intellegibile da un occidentale e presenta un interpretazione del concetto di onore portato a limiti estremi, che trascendono anche il rispetto per la vita.

CONTINUA

God of War dal mito classico al mito videoludico

God of War  dal mito classico al mito videoludico

god of warIn controtendenza rispetto al clima di festa, pace e amore che caratterizza questo periodo, siamo qui a parlare di un personaggio del mese che incarna ambizione, crudeltà e la più sfrenata ferocia guerriera: la canaglia in questione risponde al nome di Kratos,.
Protagonista di God of War, una serie che si è rivelata una vera killer application per PlayStation 2 e ora PlayStation 3 e PSP, Kratos è un antieroe, un personaggio che costruisce il proprio carisma sull’efferatezza delle proprie azioni e la completa assenza di pietà e rispetto per chiunque si pari sulla propria strada.

CONTINUA