Recensione di Rock of Ages

rock-of-ages

Take me down to the Paradise City, where the grass is green and the girls are pretty”. La Los Angeles della fine degli anni ’80 era sicuramente il luogo in cui qualsiasi aspirante rockstar doveva andare, sudandosi il diritto di salire su un palco e costruire la propria fama. Rock of Ages, del regista di Hairspray Adam Shankman, è la celebrazione del mito dell’hard rock, adattamento cinematografico dell’omonimo musical che tanto successo aveva già ottenuto a Broadway e che sul grande schermo trova una nuova, efficace rielaborazione.

Continua: http://www.silenzio-in-sala.com/recensione-rock-of-ages.html

Recensione di Happy Feet

Un capolavoro di animazione. E’ l’unico modo per definire quest’ ultima fatica della Warner Bros., un film il cui comparto tecnico è ineccepibile, talmente bello da far impallidire “Cars” della Pixar.
I colori, la fluidità delle animazioni, il fotorealismo di animali e paesaggi (le foche e le orche oltre ai pinguini e soprattutto fate caso a ghiaccio e acqua…Sbalorditivi!), tutto è talmente ben realizzato da lasciare stupiti non solo all’inizio, ma durante tutto il film, al punto che io stesso mi sono sorpreso di essere a volte più interessato alla resa grafica che alla storia! Sarebbe però stata una profonda delusione se la qualità di questo prodotto si fossero fermate all’estetica, quindi vediamo come alla Warner hanno provato a raccontare una storia all’altezza dei mezzi messi in gioco. Una comunità di pinguini imperatori vive in una sperduta landa fra i ghiacci dell’Antartide e conduce la propria vita secondo le sue antiche tradizioni, fra le quali quelle del corteggiamento affidato al canto.

http://www.liberamenteonline.info/index.php?option=com_content&view=article&id=261:happy-feet&catid=45:silenzio-in-sala&Itemid=69